Istituzioni giudiziarie

 

 

Fondo archivistico

note

 

B/V

F/P

I

E

 

unità

 

Estremi cronologici

 

 

Casa di pena per donne

 

 

 

V

 

I

 

4

 

1901 – 1908

 

 

 

Registro di matricola

 

 

V

 

I

 

4

 

1901 - 1908

 

 

Consolato del mare 1

 

 

 

V

 

 

1

 

1809 - 1811

 

 

 

Istituito alla fine del secolo XIII, era competente su tutte le controversie di carattere commerciale.

 

 

 

Consolato dell’arte della seta 2

 

 

 

V

 

 

2

 

1692 – 1707

 

 

 

Fu istituito nel 1520 dal Vicerè Ettore Pignatelli e i relativi Capitoli vennero confermati successivamente da Carlo V il 18 aprile 1530. Esso fu soppresso nel 1822.

Dell’archivio non è rimasto che una pergamena contenente i capitoli del 1530 e due volumi, di cui il primo riguarda le matricole e gli atti della Curia del consolato del mare dal 1692 al 1694, con appendice per gli anni 1695-1702, ed il secondo gli atti della stessa curia dal 1702 al 1703, con appendice per gli anni 1704-1707.

 

 

 

Corte di Appello di Messina

 

 

 

V

 

E

 

664

 

1862 – 1954

 

 

 

 

Atti istruttorie civili

 

 

V

 

E

 

23

 

1899 – 1940

 

 

 

Primi e secondi fogli di udienza penale

 

V

E

32

1864 - 1894

 

 

 

Ricorsi

 

V

E

1

1873

 

 

 

Sentenze civili

 

V

E

402

1862 – 1954

 

 

 

Sentenze civili Collegio Condominio

 

V

E

6

1912 - 1947

 

 

 

Sentenze civili Collegio speciale Condomini di 2° grado

 

V

E

1

1912 - 1932

 

 

 

Sentenze civili Magistratura del lavoro

 

V

E

5

1939 – 1941

 

 

 

Sentenze di riabilitazione

 

V

E

28

1910 – 1954

 

 

 

Sentenze penali sezione ordinarie

 

V

E

100

1897 – 1954

 

 

 

Sentenze sezione di accusa

 

V

E

52

1866 - 1930

 

 

 

Sentenze, ordinanze e decreti Sezione istruttoria penale

 

V

E

14

1931 – 1954

 

 

Corte di Assise di Messina

 

 

 

V

 

I E

 

112

 

1878 – 1963

 

 

 

 

 

Fascicoli penali

 

 

B

 

 

60

 

1951 - 1963

 

 

 

 

Sentenze

 

V

I

3

1878 - 1880

 

 

 

 

Sentenze Corte di Assise di Reggio Calabria

 

V

E

9

1931 - 1944

 

 

 

 

Sentenze di Patti

 

V

I

2

1882 - 1885

 

 

 

 

Sentenze e ordinanze Corte di Assise di Messina

 

V

E

33

1909 – 1954

 

 

 

 

Sentenze e ordinanze Corte di Assise straordinaria di Mistretta

 

V

E

1

1909

 

 

 

 

Verbali di dibattimento di Mistretta

 

V

I

1

1881 - 1884

 

 

 

 

Verbali di dibattimento di Patti

 

V

I

3

1881 – 1885

 

 

        

 

Corti giuratorie

 

 

 

V

 

 

3

 

1618 – 1751

 

 

Curie capitaneali

 

 

 

V

 

 

6

 

1618 – 1751

 

 

 

Alì

 

 

V

 

 

1

 

1750 – 1751

 

 

Capizzi

 

V

 

3

1625 – 1652

 

 

Capizzi

 

V

 

1

1640 – 1690

 

 

Larderia

 

V

 

1

1702 – 1717

 

 

Messina

mutilo

V

 

1

1618

 

 

Salice

 

V

 

1

1709 – 1727

 

 

Santo Stefano

 

V

 

1

1712 - 1717

 

 

Giudicati circondariali 3

 

 

V

 

I

 

467

 

1819 - 1860

 

 

 

Alì

 

 

V

 

I

 

2

 

1849 – 1850

 

 

Barcellona

 

V

I

19

1842 – 1860

 

 

Capizzi

 

V

I

2

1849 – 1857

 

 

Castroreale

 

V

I

9

1821 – 1851

 

 

Cesarò

 

V

I

3

1841 – 1842

 

 

Francavilla (Francavilla di Sicilia)

 

V

I

28

1832 – 1857

 

 

Lipari

 

V

I

9

1829 - 1840

 

 

Messina

 

V

I

170

1819 - 1860

 

 

 

Arcivescovado

 

V

I

14

1823 – 1858

 

 

 

Priorato

 

V

I

86

1819 – 1860

 

 

 

Galati

 

V

I

39

1825 – 1858

 

 

 

Gazzi

 

V

I

23

1829 – 1860

 

 

 

Gesso

 

V

I

5

1831 – 1843

 

 

 

Pace

 

V

I

3

1851 – 1855

 

 

Milazzo

 

V

I

60

1824 - 1860

 

 

Militello  (Militello Rosmarino)

 

V

I

16

1820 – 1842

 

 

Mistretta

 

V

I

4

1830 – 1852

 

 

Montalbano

 

V

I

11

1850 – 1860

 

 

Naso

 

V

I

31

1819 - 1853

 

 

Novara  (Novara di Sicilia)

 

V

I

11

1838 – 1860

 

 

Patti

 

V

I

4

1846 – 1848

 

 

Rometta

 

V

I

29

1824 – 1860

 

 

San Fratello

 

V

I

3

1831 – 1832

 

 

Savoca

 

V

I

23

1843 – 1860

 

 

Taormina

 

V

I

33

1820 - 1860

 

 

Gran Corte Civile [4]

 

 

 

V

 

I

 

72

 

1819 – 1861

 

 

Gran Corte Criminale e Speciale [5]

 

 

 

V

 

I

 

113

 

1819 - 1860

 

 

Magistrature Speciali [6]

 

 

 

B [7]

 

I

 

7

 

1821 - 1848

 

 

Manicomio giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto

 

 

 

V

 

I

 

5

 

1923 - 1929

 

 

Regia Curia Primarum Appellationum [8]

 

 

 

V

 

I

 

230

 

1581 – 1818

 

 

 

Magistratura di appello, fu istituita con privilegio del 16 febbraio 1286 e poi soppressa con la riforma giudiziaria del 1819.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Liber litterarum supplicationum et memorialium

 

V

I

44

1673 – 1818

 

 

Liber omnium actorum

 

V

I

68

1641 – 1818

 

 

Liber sententiarum et interloqutoriarum

 

V

I

101

1581 - 1814

 

 

Liber terminorum et contumaciarum

 

V

I

17

1692 – 1818

 

 

Regia Curia Straticoziale [9]

 

 

 

V

 

I

 

532

 

1516 - 1682

 

 

 

La Curia straticoziale era competente in materia civile e criminale e la sua giurisdizione abbracciava il territorio di Messina e quello del distretto da Milazzo a Taormina. Per i messinesi la sua competenza era esclusiva: infatti, il privilegio dell’Infante Giacomo d’Aragona del 15 dicembre 1283, confermato dai sovrani successivi, stabilì che per qualsivoglia causa civile o criminale essi dovevano essere convenuti soltanto nella loro città davanti allo straticoto e alla sua curia. Per quanto riguarda il territorio del distretto, poiché soltanto le cause di minore importanza potevano essere giudicate dai Capitanei, la Curia straticoziale annualmente doveva visitare i vari centri per amministrare la giustizia e sentire i reclami contro i funzionari locali.

 

 

Per le cause decise dalla Curia straticoziale era previsto l’appello alla Curia primarum appellationum. [10]   Successivamente [11] fu stabilito che per le cause vertenti su particolari reati [12] l’appello era al Viceré.

La Curia straticoziale fu soppressa dopo la rivolta di Messina contro la Spagna del 1674-1678.

 

 

 

Actorum civilium

 

V

I

55

1540 – 1678

 

 

Actorum criminalium

 

V

I

8

1599 – 1670

 

 

Bannorum

 

V

I

2

1630 – 1643

 

 

Cedularum

 

V

I

7

1521 – 1672

 

 

Executiones et depositi

 

V

I

7

1629 – 1675

 

 

Interloqutoriarum

 

V

I

48

1543 – 1680

 

 

Litterarum et patentium

 

V

I

7

1560 – 1621

 

 

Omnia actorum

 

V

I

145

1536 – 1680

 

 

Pignorum civilium

 

V

I

4

1628 – 1679

 

 

Provisiones criminales

 

V

I

6

1588 – 1682

 

 

Questio sommaria et oppositoria

 

V

I

117

1554 – 1676

 

 

Sententiarum

 

V

I

46

1525 – 1677

 

 

Sententiarum (primi decreti)

 

V

I

2

1637 – 1649

 

 

Sententiarum (secundi decreti)

 

V

I

37

1591 – 1680

 

 

Suppliche e memoriali

 

V

I

17

1536 – 1678

 

 

Terminorum et contumaciarum

 

V

I

21

1516 – 1665

 

 

Regia Udienza [13]

 

 

 

V

 

I

 

544

 

1557 - 1819

 

 

 

Fu istituita dal Governo spagnolo nel 1678, subentrando nelle funzioni giudiziarie alla Curia straticoziale, soppressa a sua volta a seguito della rivolta di Messina del 1674-78.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Actorum civilium – Acta varia

 

V

I

107

1657 – 1795

 

 

Actorum criminalium – Sententiarum criminalium

 

V

I

6

1686 – 1706

 

 

Atti relativi a Monasteri e alla Deputazione della Salute

 

V

I

7

1557 – 1816

 

 

Cedularium

 

V

I

18

1684 – 1818

 

 

Executiones et depositi

 

V

I

6

1680 – 1819

 

 

Frammenti di serie diverse

 

V

I

1

1690 – 1816

 

 

Interloqutoriarum

 

V

I

59

1681 – 1816

 

 

Litterarum et patentium

 

V

I

8

1689 – 1808

 

 

Mandata

 

V

I

10

1757 – 1766

 

 

Omnium actorum – Actorum civilium et criminalium

 

V

I

228

1680 – 1817

 

 

Questiones oppositoria

 

V

I

3

1687 – 1717

 

 

Sententiae (Primi decreti)

 

V

I

8

1714 – 1809

 

 

Sententiae (secondi decreti)

 

V

I

36

1682 – 1819

 

 

Sententiarum

 

V

I

14

1681 – 1733

 

 

Suppliche e memoriali

 

V

I

10

1697 – 1785

 

 

Terminorum et contumaciarum

 

V

I

23

1680 – 1813

 

 

Regie Preture Mandamentali

 

 

V

 

I

 

1207

 

1860 - 1895

 

 

 

Alì

 

 

V

 

I

 

44

 

1861 – 1895

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

28

1861 – 1895

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

16

1880 – 1895

 

 

Barcellona

 

V

I

44

1862 - 1892

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

32

1862 – 1890

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

12

1880 - 1892

 

 

Capizzi

 

V

I

19

1865 – 1891

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

15

1865 – 1891

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

4

1881 – 1888

 

 

Castroreale

 

V

I

27

1861 – 1883

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

23

1861 – 1883

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

4

1880 – 1883

 

 

Cesarò

 

V

I

9

1876 – 1889

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

6

1876 – 1889

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

3

1882 - 1887

 

 

Francavilla (Francavilla di Sicilia)

 

V

I

50

1861 – 1897

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

38

1861 – 1897

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

12

1880 - 1892

 

 

Lipari

 

V

I

30

1870 – 1893

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

21

1870 – 1890

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

9

1880 – 1893

 

 

Messina

 

V

I

756

1860 - 1897

 

 

 

Arcivescovado

 

V

I

65

1860 – 1897

 

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

44

1860 – 1896

 

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

21

1880 – 1897

 

 

 

Priorato

 

V

I

129

1860 – 1895

 

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

72

1860 – 1895

 

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

57

1880 – 1895

 

 

 

Galati

 

V

I

41

1862 – 1891

 

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

27

1862 – 1891

 

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

14

1880 – 1891

 

 

 

Gazzi

 

V

I

55

1860 – 1893

 

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

36

1860 – 1893

 

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

19

1880 – 1893

 

 

 

Gesso

 

V

I

34

1863 – 1891

 

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

24

1863 – 1891

 

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

10

1881 – 1891

 

 

 

Pace

 

V

I

54

1861 – 1897

 

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

35

1861 – 1896

 

 

 

 

Decreti

 

V

I

1

1866 – 1880

 

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

18

1880 - 1897

 

 

Milazzo

 

V

I

52

1861 – 1895

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

35

1861 – 1895

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

17

1880 – 1895

 

 

Mistretta

 

V

I

42

1863 – 1896

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

26

1863 – 1890

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

16

1880 – 1896

 

 

Montalbano

 

V

I

48

1861 – 1894

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

34

1861 – 1894

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

14

1880 – 1894

 

 

Naso

 

V

I

45

1862 – 1894

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

30

1862 – 1894

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

15

1880 – 1894

 

 

Novara (Novara di Sicilia)

 

V

I

41

1861 – 1891

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

30

1861 – 1890

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

11

1880 – 1891

 

 

Patti

 

V

I

17

1863 – 1895

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

6

1863 – 1893

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

11

1880 – 1895

 

 

Raccuia

 

V

I

32

1865 – 1889

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

22

1865 – 1889

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

10

1880 – 1889

 

 

Rometta

 

V

I

59

1861 – 1897

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

41

1861 – 1897

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

18

1880 – 1897

 

 

San Fratello

 

V

I

20

1865 – 1891

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

16

1865 – 1891

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

4

1884 – 1889

 

 

Sant’Agata di Militello

 

V

I

44

1862 – 1895

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

28

1862 – 1893

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

16

1880 – 1895

 

 

Santa Lucia del Mela

 

V

I

8

1880 – 1891

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

8

1880 - 1891

 

 

Sant’Angelo di Brolo

 

V

I

34

1869 – 1894

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

19

1869 – 1894

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

15

1880 - 1894

 

 

Santa Teresa (Santa Teresa di Riva)

 

V

I

49

1865 - 1897

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

32

1865 – 1897

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

17

1880 – 1897

 

 

Santo Stefano di Camastra

 

V

I

16

1874 – 1885

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

10

1874 – 1885

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

6

1880 - 1885

 

 

Savoca

 

V

I

4

1861 – 1864

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

4

1861 - 1864

 

 

Taormina

 

V

I

56

1860 – 1896

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

40

1860 – 1896

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

16

1880 - 1895

 

 

Tortorici

 

V

I

39

1876 – 1896

 

 

 

Minutario delle sentenze civili

 

V

I

22

1876 – 1896

 

 

 

Fascicoli civili

 

V

I

17

1880 - 1896

 

 

Supplenzie comunali [14]

 

 

V

 

I

 

82

 

1824 - 1859

 

 

 

Barcellona  [15]

 

 

V

 

I

 

18

 

1825 – 1840

 

 

Casalvecchio Siculo

 

V

I

3

1842 – 1846

 

 

Ficarra

 

V

I

3

1830 – 1834

 

 

Fiumedinisi

 

V

I

1

1849

 

 

Galati (Galati Mamertino)

 

V

I

1

1849

 

 

Gioiosa (Gioiosa Marea)

 

V

I

20

1824 – 1850

 

 

Guidomandri

 

V

I

1

1837 – 1840

 

 

Itala

 

V

I

5

1825 – 1831

 

 

Limina

 

V

I

9

1827 – 1835

 

 

Pagliara

 

V

I

4

1831 - 1834

 

 

Piraino

 

V

I

7

1853 – 1859

 

 

Pozzo di Gotto  [16]

 

V

I

1

1825

 

 

San Piero Monforte

 

V

I

9

1828 - 1840

 

 

Tribunale Civile di Messina

 

 

VB

 

I

 

2396

 

1819 - 1985

 

 

 

Atti originali

 

 

B

 

I

 

27

 

1920 – 1942

 

 

Decreti ingiuntivi

 

B

I

113

1927 – 1984

 

 

Decreti sopra ricorsi

 

B

I

10

1898 – 1907

 

 

Deliberazioni

 

B

I

87

1821 – 1896

 

 

Espedienti volontari

 

B

I

164

1894 – 1947

 

 

Espropri e graduazioni

 

B

I

296

1820 – 1939

 

 

Magistratura del lavoro

 

B

I

3

1940 - 1941

 

 

Minori

 

B

E

238

1941 - 1985

 

 

Note spese - Tassazioni

 

B

I

28

1897 – 1941

 

 

Ordinanze

 

B

I

78

1830 – 1942

 

 

Ordinanze incidentali – Atti vari

 

B

I

21

1894 – 1915

 

 

Perizie

 

B

I

173

1823 – 1941

 

 

Procedimenti speciali

 

B

E

113

1959 - 1969

 

 

Sentenze

 

V

I

749

1819 – 1925

 

 

Sentenze di aggiudicazione

 

B

I

25

1883 – 1933

 

 

Sentenze di rettifica

 

B

I

23

1876 – 1938

 

 

Separazioni coniugali

 

B

I

167

1909 – 1976

 

 

Tossicodipendenti

 

B

E

7

1979 - 1984

 

 

Verbali – Prove testimoniali

 

B

I

56

1897 – 1942

 

 

Verbali di Stato Civile

 

B

E

18

1937 - 1941

 

 

Tribunale di Messina [17]

 

 

VBF

 

I

 

2.418

 

1909 - 1970

 

 

 

Fascicoli civili del Tribunale di Messina

 

 

 

 

1.608

 

1942 - 1963

 

 

Registri di sentenze civili

 

 

 

17

1927 - 1962

 

 

Registri di sentenze penali

 

 

 

4

-

 

 

Rubriche di iscrizione a ruolo di pertinenza del Tribunale di Messina

 

 

 

32

1943 - 1963

 

 

Sentenze civili del Tribunale di Messina

 

 

 

382

1926 - 1963

 

 

Sentenze penali del Tribunale di Messina

 

 

 

163

1909 - 1963

 

 

Sentenze penali della Pretura di Messina

 

 

 

212

1919 - 1970

 

 

Tribunale di Mistretta

 

 

 

V

 

I

 

94

 

1862 – 1916

 

 

 

 

Documentazione varia

 

 

V

 

I

 

38

 

1862 - 1916

 

 

 

Sentenze penali

 

V

I

33

1862 – 1896

 

 

 

Verbali di dibattimento

 

V

I

23

1897 – 1913

 

 

Tribunale di Patti

 

 

 

V

 

I

 

121

 

1862 – 1913

 

 

 

 

Atti vari

 

 

V

 

I

 

13

 

1866 – 1893

 

 

 

Deliberazioni

 

V

I

4

1872 – 1893

 

 

 

Sentenze civili

 

V

I

25

1862 – 1893

 

 

 

Sentenze penali

 

V

I

42

1862 – 1893

 

 

 

Verbali di dibattimento

 

V

I

32

1894 - 1913

 

 

Tribunale di Sorveglianza di Messina

 

 

VB

 

 

 

68

 

1932 - 1987

 

 

 

Fascicoli processuali

 

 

B

 

 

 

68

 

1932 - 1987

 

 

Tribunale penale di Messina [18]

 

 

 

BV

 

I

 

390 [19]

 

1860 - 1901

 

 

Il Regno appena costituito trovava nell’isola una popolazione di circa due milioni e mezzo di abitanti ed un organico di 311 magistrati, [20] con un rapporto di 1 : 7221 leggermente squilibrato a vantaggio dei reali domini di là del faro, dove era di 1 : 6629.

 

Con il decreto del 9 febbraio 1862 Vittorio Emanuele approvava le circoscrizioni territoriali delle Autorità giudiziarie nelle province siciliane: in forza di esso l’isola veniva suddivisa in tre distretti di Corte d’appello, facenti capo a Catania, Messina e Palermo, le prime due anche sedi capoluogo di circolo di Corti di assise e la terza con giurisdizione estesa a quelli di Agrigento, Caltanissetta, Siracusa e Trapani.

Il distretto di Corte d’appello di Messina comprendeva tre tribunali: Messina, Mistretta e Patti. A loro volta, i tribunali erano suddivisi in Mandamenti: 18 dipendenti da Messina, 5 da Mistretta e 6 da Patti. In pratica, il Circondario di Messina aveva un tribunale per ogni 14.363 abitanti, quello di Mistretta ogni 9.002 e quello di Patti ogni 12.408.

 

Con la legge del 19 gennaio 1862 n. 421, il Governo veniva autorizzato a mettere in esecuzione in Sicilia il Codice di procedura penale e l’ordinamento giudiziario, già sanzionati con decreto del 17 febbraio 1861 e con legge del 30 giugno 1861 n. 56. Con la stessa legge n. 421 veniva conservata in Sicilia la figura del Conciliatore comunale, con le medesime attribuzioni previste dalla normativa precedente.

Ancora, con Regio Decreto n. 453 del 9 febbraio 1862 venivano definitivamente fissati il numero e i gradi dei Magistrati e dei Funzionari dell’ordine giudiziario che avrebbero operato nei tre distretti di Corte d’appello della Sicilia e della Corte di Cassazione di Palermo.

 

Inoltre, con il Regio Decreto n. 467 del 16 febbraio 1862 si dettavano le disposizioni transitorie per consentire il passaggio dalle antiche alle nuove giurisdizioni delle cause ancora in essere al momento dell’attuazione del nuovo ordinamento giudiziario nelle province siciliane. Infine, con il Regio Decreto n. 469 ancora del 16 febbraio 1862 si adottavano altri provvedimenti di carattere transitorio diretti a coordinare le passate istituzioni giudiziarie del periodo borbonico con il nuovo ordinamento giudiziario del Regno d’Italia.

 

In particolare:

§        le funzioni di Pubblico Ministero presso le giudicature di Mandamento venivano esercitate dai Delegati mandamentali dove previsti e, in mancanza, dal Sindaco del Comune;

§        i Giudici istruttori sarebbero stati nominati presso ciascun tribunale in numero sufficiente al bisogno, senza l’obbligo di farne risiedere uno in ogni capoluogo del circondario diverso dalla sede del tribunale;

 

§        la Corte di Cassazione veniva composta di due sezioni;

 

§        si stabiliva implicitamente la corrispondenza fra Corte Suprema di Giustiziai e Corte di Cassazione, fra Gran Corte Civile e Corte di Appello, fra Tribunale Civile e Tribunale di Circondario, fra Gran Corte Criminale e Corte di Assise;

§        i Tribunali di commercio continuavano ad operare con le stesse attribuzioni e, all’occorrenza, avrebbero potuto con decreto essere composti da più sezioni.

 

Praticamente la vecchia impalcatura giudiziaria restava inalterata, mutando soltanto di nome; verosimilmente cambiava la composizione quantitativa dei magistrati, dei cancellieri, degli altri funzionari e addetti in genere.

 

Ma mentre gli articolo dal 14 al 17 del citato RD 469/1862 si limitavano esclusivamente ad alcune precisazioni inerenti ai servizi prestati o alla eventuale messa a riposo degli impiegati, nel caso in cui l Governo non ritenesse più opportuno di servirsi ulteriormente della loro opera, il decreto n. 453 del 9 febbraio fissava, nelle sue tre tabelle annesse, il numero dei magistrati che, per Messina, risultavano essere 98, ivi compresi i giudici mandamentali e i vicegiudici, per Catania 105 e per Palermo 362. [21]

Di questo fondo archivistico, che pare sia stato versato tra gli anni cinquanta e sessanta, non è stato rinvenuto né il verbale né gli elenchi di versamento. I fascicoli processuali erano legati a fasci e recavano sul dorso soltanto un cartoncino numerato progressivamente da 1 a 396, mentre le sentenze erano rilegate in 188 volumi sistemati in progressione di data.

 

 

 

Verbali di dibattimento

 

B

I

202 [22]

1860 – 1901

 

 

Sentenze

 

V

I

188

1862 - 1896

 

 

 

Tribunale di Commercio

 

 

V

 

E

 

708

 

1819 - 1888

 

 

 

Atti matrimoniali

 

 

V

 

E

 

18

 

1830 – 1886

 

 

Autorizzazioni alla mercatura

 

V

E

11

1854 – 1888

 

 

Cambi marittimi

 

V

E

14

1819 – 1862

 

 

Cauzioni ed obblighi

 

V

E

14

1824 – 1865

 

 

Copie di decreti emessi in Camera di consiglio

 

V

E

21

1866 – 1882

 

 

Deliberazioni

 

V

E

32

1827 – 1882

 

 

Depositi

 

V

E

8

1835 – 1866

 

 

Dichiarazioni diverse

 

V

E

12

1830 – 1865

 

 

Incidenti e Provvedimenti

 

V

E

4

1883 – 1887

 

 

Notifiche dispositivi sentenze

 

V

E

4

1884 – 1887

 

 

Ordinanze

 

V

E

47

1821 – 1881

 

 

Perizie

 

V

E

21

1866 – 1887

 

 

Procedure fallimentari

 

V

E

6

1883 – 1888

 

 

Registri degli atti inviati al Ricevitore del Registro

 

V

E

5

1883 – 1887

 

 

Registri delle cause decise pubblicamente

 

V

E

2

1868 – 1879

 

 

Registri trascrizioni

 

V

E

4

1830 – 1870

 

 

Repertori

 

V

E

14

1862 - 1880

 

 

Ricorsi e provvedimenti

 

V

E

9

1883 – 1887

 

 

Sentenze

 

V

E

288

1819 – 1888

 

 

Testimoniali

 

V

E

38

1819 – 1880

 

 

Trascrizione atti di Società

 

V

E

21

1824 – 1888

 

 

Trascrizione sentenze di separazione di beni

 

V

E

6

1865 – 1871

 

 

Verbali dei Giudici delegati

 

V

E

14

1823 – 1863

 

 

Verbali del Collegio

 

V

E

3

1862 – 1864

 

 

Verbali di prove rimesse

 

V

E

7

1866 – 1879

 

 

Verbali di testimoni

 

V

E

75

1819 – 1888

 

 

Verbali relazioni di viaggi

 

V

E

10

1880 – 1888

 

 

Avvocatura distrettuale dello Stato

 

 

B

 

I

 

5 [23]

 

1936 – 1980

   


[1] Per la storia di questa Istituzione si veda: L. Genuardi, Il libro dei capitoli della corte del consolato di mare di Messina, Palermo, 1924.

[2] Contiene anche una pergamena del 1530. Per la bibliografia si consulti: A. Mauceri, I capitoli del Consolato dell’arte della seta a Messina, in:

Archivio storico siciliano, n.s., LII (1932), pp. 251-64.

[3] Si conservano solo i secondi fogli di udienza.

[4] Si conservano solo i secondi fogli di udienza.

[5] Inventario a cura di Marina Fittipaldi. Si conservano solo i secondi fogli di udienza.

[6] Le Magistrature giudicanti che appaiono negli atti sono: la Commissione militare, la Gran Corte Marziale straordinaria, la Commissione Suprema per i reati di Stato. Il fondo è costituito da processi politici e proviene da archivi di magistrature speciali istituite dopo i moti del 1821.

[7] Nelle 7 buste sono contenuti 85 fascicoli.

[8] Per la storia di questa Magistratura si veda: D. Puzzolo Sigillo, Origine e vicende della magistratura d’appello in Messina, dall’epoca normanna ai nostri giorni, con documenti inediti, in: Atti della regia Accademia peloritana, CXCV-CXCVI, vol. XXXII (1926), pp. 270-336.

[9] Inventario a cura di Maria Intersimone Alibrandi e Francesca Romana Tommasini.

[10] Privilegio di Re Giacomo del 16 febbraio 1286.

[11] Con privilegio del 30 luglio 1512.

[12] Quali: lesa maestà, banditismo, assassinio, devastazione di campi, falsificazione di moneta.

[13] Inventario a cura di Francesca Romana Tommasini.

[14] Si conservano solo i secondi fogli di udienza.

[15] A partire dal 1835 viene unita la Supplenzia di Pozzo di Gotto.

[16] Per gli atti a decorrere dal 1835 si veda Barcellona.

[17] Il versamento è stato effettuato l’8 ottobre del 2004.

[18] Inventario analitico a cura di Alfio Seminara.

[19] Prima del riordino, verbali di dibattimento e sentenze formavano complessivamente 396 fasci, legati spesso anche con filo di ferro.

[20] G. Landi, Istituzioni di diritto pubblico del Regno delle Due Sicilie, t. II, Milano, Giuffrè, 1977, p. 880.

[21] Chi volesse approfondire ulteriormente tale problematica nel momento del trapasso dall’una all’altra dinastia, oltre al già citato ottimo volume del Landi, può consultare: A. Seminara, L’ordinamento giudiziario in Sicilia tra Borboni e Savoia, Monforte San Giorgio (ME), Centro studi storici di Monforte S.G. e del Valdemone, 1991.

[22] In effetti si tratta di 4.451 fascicoli, condizionati in 202 buste.

[23] Per un totale di 20 fascicoli.