Istituzioni finanziarie

 

 

 

 

Fondo archivistico

note

 

B/V

F/P

I

E

 

unità

 

Estremi cronologici

 

 

 

Agenzia delle imposte di Castroreale, Lipari, Messina, Mistretta

 

 

 

V

 

 

53

 

1870 – 1897

 

 

 

 

Ruoli per l’imposta sui terreni

 

 

V

 

 

27

 

1870 – 1897

 

 

 

Ruoli per l’imposta sui fabbricati

 

V

 

26

1870 - 1897

 

Ufficio del Registro [1]

 

 

 

V

 

I

 

713

 

1826 - 1901

 

 

 

Il tributo di registro ha origini certamente remote. Tuttavia, a prescindere dalla sua datazione, è opportuno porre in rilievo che esso è certamente sorto quale tassa dovuta in corrispettivo per il servizio pubblico della registrazione di determinati negozi giuridici, e che, a seguito di una progressiva evoluzione, ha visto dilatare la sua sfera di applicazione fino a perdere l’originaria natura per assumere quella, ormai incontestabile ed assolutamente prevalente, di imposta indiretta sui trasferimenti della ricchezza. Sotto tale veste la registrazione, dopo essere stata per secoli disciplinata da disposizioni frammentarie e disorganiche, trovò una regolamentazione unitaria in Francia, durante la Rivoluzione, attraverso la legge 19 dicembre 1790 (alla quale seguì la legge 22 frimaio dell’anno VII): essa costituì il modello ispiratore di tutte le legislazioni degli Stati italiani preunitari, finchè non intervenne la prima legge italiana in materia, la n. 585, emanata il 21 aprile 1862.

 

 

 

In realtà tale legge non risolve il problema della natura giuridica del tributo, tanto che se da un lato si afferma che “il pagamento è finalizzato a quegli atti (…) che hanno bisogno del concorso dell’autorità pubblica per renderne certa la data ed assicurarne la conservazione”, dall’altro si rileva che si è anche voluto perseguire “lo scopo di procurare una cospicua entrata al pubblico Tesoro”.[2]

 

 

 

Pertanto, deve ritenersi che questo fondo sia costituito in massima parte da atti formatisi sotto il vigore della richiamata legge 585/62 e delle successive modifiche, a cominciare dal R.D. 14 luglio 1866 n. 3121. Solo gli atti antecedenti al maggio 1862 sono stati sottoposti a registrazione sulla base della vecchia disciplina vigente nel Regno delle Due Sicilie. Riguardo ad essa può essere opportuno ricordare che le leggi fondamentali sono: quella del 25 dicembre 1816 sul registro e sulle ipoteche, con la quale ai vecchi Archivi rivelatisi inidonei per le eccessive formalità ed esosità ad assicurare in maniera soddisfacente la registrazione e la conservazione degli atti, venivano sostituiti gli Uffici del registro; e la legge 21 giugno 1819 con la quale venivano introdotti alcuni correttivi alla precedente disciplina, al fine di rimuovere degli inconvenienti manifestatisi in sede di applicazione della stessa.

 

 

 

Tali provvedimenti legislativi costituirono la base della disciplina del servizio quando fu emessa dallo Stato unitario la legge del 1862, la quale, pur lasciando sostanzialmente immutato l’aspetto organizzativo di esso, modificò lo spirito informatore dell’istituto che, volto originariamente a fini di pubblicità, assunse dichiaratamente la funzione di assicurare una entrata alle casse dello Stato attraverso l’imposizione di una vera e propria imposta diretta.

 

 

 

In ordine alla formazione di questo fondo, può dirsi che il relativo versamento è stato effettuato dall’Archivio Notarile Distrettuale con verbale di consegna del 17.12.1985. Nell’Archivio di Stato era tuttavia già esistente un piccolo fondo, il cui inventario, apprestato dal dr. Renato Perrella, è stato incorporato nel presente. Il fondo è notevolmente lacunoso, ma non è possibile precisare se ciò sia da ascrivere a dispersioni verificatesi prima del versamento o a perdite avvenute in questo Archivio a causa del terremoto del 1908 o degli eventi bellici del 1943. Gli atti sono in mediocri condizioni di conservazione, raccolti in 708 volumi, e provengono dagli uffici del registro della provincia.

 

 

 

Essi sono stati ordinati per ciascun ufficio di provenienza in due serie, comprendenti rispettivamente gli atti privati (prevalentemente procure e dichiarazioni di varia natura) e gli atti pubblici (compravendite ed atti notarili in generale). Un certo interesse storico presentano le alienazioni dei beni demaniali pervenuti allo Stato a seguito dell’emanazione della cosidetta legge eversiva del patrimonio ecclesiastico.[3]

 

 

 

Alì

V

I

31

1860 - 1885

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

11

1860 – 1885

 

 

 

Copie di atti pubblici

Municipio

V

I

20

1862 – 1884

 

 

Castroreale

V

I

26

1869 – 1889

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

11

1869 – 1880

 

 

 

Copie di atti pubblici

 

V

I

15

1869 – 1889

 

 

Cesarò

V

I

12

1862 – 1901

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

9

1862 – 1901

 

 

 

Copie di atti amministrativi

 

V

I

1

1862 – 1880

 

 

 

Copie di atti pubblici

 

V

I

2

1869 – 1870

 

 

Francavilla di Sicilia

V

I

15

1869 – 1882

 

 

 

Copie di atti privati

Intendenza di finanza

 

V

 

I

 

10

 

1871 - 1880

 

 

 

Copie di atti pubblici

 

V

I

5

1869 - 1882

 

 

Lipari

V

I

5

1869 – 1870

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

1

1869 – 1870

 

 

 

Copie di atti pubblici

 

V

I

4

1869 – 1870

 

 

Messina

V

I

189

1850 - 1884

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I  

11

1850 – 1875

 

 

 

Copie di atti privati amministrativi

Demanio

V

I

80

1869 - 1884

 

 

 

Copie di atti privati autenticati

 

V

I

10

1869 - 1884

 

 

 

Copie di atti privati

Autorità militare

 

V

 

I

 

13

 

1869 - 1884

 

 

 

Copie di atti di affrancazione

Fondo culto

V

I

1

1880 - 1882

 

 

 

Copie di atti privati

Capitaneria di porto

 

V

 

I

 

6

 

1869 - 1884

 

 

 

Copie di atti privati

Curia arcivescovile

 

V

 

I

 

1

 

1869 – 1875

 

 

 

Copie di atti privati

Dogana

V

I

1

1869 – 1875

 

 

 

Copie di atti privati

Demanio

V

I

22

1869 – 1884

 

 

 

Copie di atti privati

Finanza-Municipio

 

V

 

I

 

16

 

1869 - 1884

 

 

 

Copie di atti privati

Prefettura

V

I

15

1869 – 1884

 

 

 

Copie di atti privati

Ospizio Collereale

 

V

 

I

 

1

 

1869

 

 

 

Copie di atti pubblici

 

V

I

12

1863 – 1884

 

 

Mistretta

V

I

41

1862 – 1884

 

 

 

Copie di atti amministrativi

 

V

I

17

1862 – 1884

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

13

1862 – 1881

 

 

 

Copie di atti privati

Intendenza di  finanza

V

I

5

1877 - 1883

 

 

 

Copie di atti pubblici

 

V

I

6

1869 – 1870

 

 

Montalbano

V

I

44

1862 – 1884

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

2

1862 – 1865

 

 

 

Copie di atti privati

Demanio e tasse

 

V

 

I

 

12

 

1866 – 1884

 

 

 

Copie di atti pubblici

 

V

I

30

1862 – 1884

 

 

Novara di Sicilia

V

I

44

1869 - 1884

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

11

1869 – 1880

 

 

 

Copie di atti pubblici

 

V

I

33

1869 – 1884

 

 

Patti

V

I

19

1842 - 1884

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

13

1842 – 1884

 

 

 

Copie di atti amministrativi

 

V

I

6

1863 - 1881

 

 

Rometta

V

I

84

1862 - 1884

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

20

1862 – 1883

 

 

 

Copie di atti pubblici

 

V

I

64

1862 – 1884

 

 

San Fratello

V

I

11

1844 – 1880

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

11

1844 – 1880

 

 

Sant’Agata di Militello

V

I

35

1826 – 1884

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

4

1869 – 1884

 

 

 

Amministrazione generale dei rami e diritti diversi

Registro di introito

 

V

 

I

 

2

 

1834 – 1860

 

 

 

Copie di atti civili pubblici

 

V

I

29

1826 – 1866

 

 

Santa Lucia del Mela

V

I

61

1851 – 1884

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

11

1851 – 1884

 

 

 

Copie di atti pubblici

 

V

I

50

1862 - 1884

 

 

Sant’Angelo di Brolo

V

I

26

1862 - 1884

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

8

1862 – 1884

 

 

 

Copie di atti amministrativi

 

V

I

7

1863 – 1884

 

 

 

Copie di atti di affrancazione

Fondo culto

V

I

4

1880 – 1884

 

 

 

Copie di testamenti registrati

 

V

I

7

1862 – 1883

 

 

Santa Teresa di Riva

V

I

7

1864 – 1883

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

7

1864 – 1883

 

 

Santo Stefano di Camastra

V

I

25

1862 – 1884

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

11

1862 – 1884

 

 

 

Copie di atti amministrativi

 

V

I

12

1862 – 1884

 

 

 

Copie di atti pubblici

 

V

I

2

1870

 

 

Taormina

V

I

31

1860 – 1884

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

14

1860 – 1884

 

 

 

Copie di atti pubblici

 

V

I

17

1862 – 1869

 

 

Tortorici

V

I

7

1862 – 1884

 

 

 

Copie di atti privati

 

V

I

4

1862 – 1883

 

 

 

Copie di atti amministrativi

 

V

I

2

1862 – 1884

 

 

 

Copie di atti di affrancazione

Fondo culto

V

I

1

1882 - 1883

 

 

 

Ufficio del Registro di Messina [4]

 

 

BV

 

I

 

1.709

 

1862 - 1959

 

 

 

 

Atti di affrancazione provenienti da vari Uffici del registro [5]

 

 

V

 

 

16

 

1880 - 1897

 

 

 

Copie di atti privati provenienti da vari Uffici del Registro [6]

 

V

 

361

1881 - 1908

 

 

 

Copie di atti pubblici amministrativi provenienti da vari Uffici del registro [7]

 

V

 

92

1869 - 1901

 

 

 

Copie di testamenti pubblicati provenienti da vari Uffici del Registro [8]

 

V

 

17

1862 - 1897

 

 

 

Copie di atti privati autenticati provenienti dall’Ufficio del Registro di Messina

 

 

V

 

 

6

 

1887 - 1902

 

 

 

Dichiarazioni di successione provenienti dal soppresso Ufficio del Registro di Alì

 

 

B

 

 

 

118

 

1862 - 1959

 

 

 

Dichiarazioni di successione provenienti dal soppresso Ufficio del Registro di Messina

 

 

B

 

 

1.000

 

1865 - 1959

 

 

 

Dichiarazioni di successione provenienti dal soppresso Ufficio del Registro di Santa Teresa di Riva

 

 

B

 

 

99

 

1862 - 1959

 

 

 

Ufficio del Registro di Sant’Agata di Militello [9]

 

 

BV

 

I

 

889

 

1861 - 1959

 

 

 

 

Dichiarazioni di successione provenienti dall’Ufficio del registro di Naso [10]

 

 

B

 

 

12

 

1948 - 1960

 

 

 

Dichiarazioni di successione provenienti dall’Ufficio del Registro di San Fratello [11]

 

 

V

 

 

76

 

1862 - 1937

 

 

 

Dichiarazioni di successione provenienti dall’Ufficio Registro di Tortorici [12]

 

V

 

169

1862 - 1960

 

 

 

Registri di atti pubblici, giudiziari, privati ed esteri provenienti dal soppresso Ufficio del Registro di Capo d’Orlando[13]

 

 

V

 

 

44

 

1937 - 1958

 

 

 

Registri di atti pubblici, giudiziari, privati ed esteri provenienti dal soppresso Ufficio del Registro di Naso [14]

 

 

V

 

 

154

 

1862 - 1936

 

 

 

Registri di atti pubblici, giudiziari, privati ed esteri provenienti dal soppresso Ufficio del Registro di San Fratello [15]

 

 

V

 

 

105

 

1862 - 1936

 

 

 

Registri di atti pubblici, giudiziari, privati ed esteri provenienti dall’Ufficio del Registro di Sant’Agata di Militello [16]

 

 

V

 

 

 

167

 

1862 - 1981

 

 

 

Registri di atti pubblici, giudiziari, privati ed esteri provenienti dal soppresso Ufficio del Registro di Tortorici [17]

 

 

V

 

 

162

 

1862 - 1972

 

 

 

Ufficio del Registro di Taormina [18]

 

 

BV

 

I

 

749

 

1861 - 1964

 

 

 

 

Atti privati provenienti dal soppresso Ufficio del Registro di Francavilla

 

 

B

 

 

8

 

1930 - 1964

 

 

 

Denunzie di riunione di usufrutto provenienti dal soppresso Ufficio del Registro di Francavilla

 

 

B

 

 

8

 

1874 - 1959

 

 

 

Dichiarazioni di successione provenienti dal soppresso Ufficio del Registro di Francavilla [19]

 

 

B

 

 

 

121

 

1863 - 1963

 

 

 

Registri di atti pubblici del soppresso Ufficio del Registro di Francavilla

 

V

 

75

 

 

 

 

Atti privati – serie III – dell’Ufficio Registro di Taormina

 

B

 

5

1960 - 1963

 

 

 

Atti privati provenienti dall’Ufficio del Registro di Taormina

 

B

 

27

1921 - 1959

 

 

 

Denunzie di riunione di usufrutto provenienti dall’Ufficio del Registro di Taormina

 

 

B

 

 

12

 

1874 - 1959

 

 

 

Dichiarazioni di successione provenienti dall’Ufficio del Registro di Taormina

 

 

B

 

 

181

 

1861 - 1963

 

 

 

Registri di atti civili dell’Ufficio del Registro di Taormina (modelli 1 e 2)

 

V

 

2

 

 

 

 

Registri di atti giudiziari del soppresso Ufficio del Registro di Taormina

 

V

 

41

 

 

 

 

Registri di atti privati del soppresso Ufficio del Registro di Taormina

 

V

 

70

 

 

 

 

Registri di atti pubblici del soppresso Ufficio del Registro di Taormina

 

V

 

120

 

 

 

 

Registri indici di successioni dell’Ufficio del Registro di Taormina

 

V

 

3

1862 - 1902

 

 

 

Atti del Fondo Culto

 

B

 

28

 

 

 

 

Registri della Tavola generale alfabetica

 

V

 

30

 

 

 

 

Registri di atti privati ed esteri

 

V

 

4

 

 

 

 

Registri di atti pubblici

 

V

 

2

1880 - ?

 

 

 

Registri di censi e canoni a denaro e a generi

 

V

 

3

 

 

 

 

Registri partitari di successione

 

V

 

9

 

Ricevitoria dei rami e diritti diversi

 

 

 

BV

 

 

 

24

 

1826 - 1863

Alì (Ali Superiore)

 

 

 

 

Copie di atti privati

 

B

 

1

1859 – 1860

Messina

 

 

 

 

Copie di atti privati

 

B

 

3

1850 – 1863

Patti

 

 

 

 

Copie di atti privati

 

B

 

1

1842 – 1855

Sant’Agata di Militello

 

 

 

 

Registro per gli atti civili pubblici

 

V

 

13

1826 – 1859

Registro d’introito del visto per il bollo dei ricevitori

 

V

 

3

1830 – 1860

Registro per gli atti giudiziari

 

 

 

 

 

Santa Lucia (Santa Lucia del Mela)

 

 

 

 

 

Copie di atti privati

 

B

 

2

1857-1861

 

[1] Inventario a cura di Elvira Capillo Fiorentino.

[2] Relazione ministeriale al disegno di legge.

[3] Sull’imposta di registro e la sua evoluzione storica si vedano: Vignali, Le tasse di registro, I, Milano, 1907; L. Rastello, Il tributo di registro, Roma, 1955; A. Uckmar, La legge del registro, I, Padova, 1958. Sulla natura giuridica del tributo e per un sintetico esame delle opinioni dottrinali e giurisprudenziali, si veda: B. Santamaria, Registro, in “Enciclopedia del diritto”, vol. XXXIX, pp. 533 e sgg. Sulla legislazione eversiva dell’asse ecclesiastico si veda: V. Del Giudice, Diritto ecclesiastico, Milano, 1971.

[4] Il versamento di queste prime tre serie di atti è avvenuto il 12 dicembre 2001.

[5] Castroreale, Francavilla, Mistretta, Patti, Raccuia, San Fratello, Sant’Agata di Militello, Sant’Angelo di Brolo, Santa Lucia del Mela, Tortorici,.

[6] Alì, Castroreale, Cesarò, Francavilla, Messina, Mistretta, Montalbano Elicona, Novara di Sicilia, Patti, Raccuia, Rometta, San Fratello, Sant’Agata di Militello, Sant’Angelo di Brolo, Santa Lucia del Mela, Santa Teresa di Riva, Santo Stefano di Camastra, Taormina, Tortorici. Il versamento di questi e degli atti seguenti fu effettuato il 9 aprile 2003 dall’Archivio Notarile Distrettuale di Messina.

[7] Alì, Castroreale, Francavilla, Messina, Mistretta, Patti, Raccuia, San Fratello, Sant’Agata di Militello, Sant’Angelo di Brolo, Santa Teresa di Riva, Santo Stefano di Camastra, Taormina, Tortorici,.

[8] Patti, Raccuia, Sant’Agata di Militello, Sant’Angelo di Brolo, Tortorici,.

[9] Il versamento è avvenuto il 25 ottobre 2001. Complessivamente ammontavano a n. 894 tra buste e volumi. L’Ufficio aveva già cambiato denominazione in Agenzia delle Entrate.

[10] Inventario analitico a cura di Alessandro Cimino.

[11] Inventario analitico a cura di Alessandro Cimino.

[12] Inventario analitico a cura di Alessandro Cimino.

[13] Inventario sommario a cura di Salvatore Casablanca.

[14] Inventario sommario a cura di Salvatore Casablanca.

[15] Inventario sommario a cura di Salvatore Casablanca.

[16] Inventario sommario a cura di Salvatore Casablanca.

[17] Inventario sommario a cura di Salvatore Casablanca.

[18] Il versamento di queste prime sei serie di atti è avvenuto il 1° ottobre 2002. Complessivamente ammontavano a n. 410 volumi condizionati in 335 buste. L’Ufficio aveva già cambiato denominazione in Agenzia delle Entrate. Inventario sommario a cura di Salvatore Casablanca.

[19] Il versamento di questa e delle serie seguenti fu effettuato il 6 aprile 2004.